Articoli

PER LA PRIMA VOLTA AL BIOPARCO arrivano I LUPI ITALIANI

 

Pasqualino con le ferite ancora evidenti

Per la prima volta il Bioparco di Roma accoglie una coppia di lupi italiani. Si chiamano Scialla e Pasqualino e sono arrivati al Bioparco dopo essere stati vittime di incidenti causati dall’uomo.

La femmina è Scialla, ha tre anni e proviene dal Centro di Recupero del Parco Nazionale D’Abruzzo, dopo essere stata trovata con un laccio legato alla zampa, quello usato dai bracconieri per la cattura dei cinghiali.

Pasqualino e Scialla

Il maschio si chiama Pasqualino, età presunta undici anni; si trovava in Toscana ed è stato investito da una macchina. In condizioni molto gravi, anche a causa di un avvelenamento, dopo i primi soccorsi è stato trasferito nella Riserva del Corpo Forestale dello Stato di Popoli (Pescara).

“Per entrambi c’è voluto molto tempo perché avvenisse il recupero fisico – spiega il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccìa, medico veterinario – i due lupi non potevano dunque essere rilasciati in natura a causa dei danni fisici riportati e dei condizionamenti comportamentali dovuti alla vicinanza con l’uomo durante il periodo di degenza”.

Federico Coccìa

“I lupi sono animali sociali – continua Coccìa – era dunque urgente trovare per i due individui un luogo idoneo dove vivere in compagnia. L’area è stata identificata nella Selva dei Lupi del Bioparco. Una volta avvenuto il trasferimento, Pasqualino e Scialla sono stati inseriti in due recinti separati da una grata, attraverso la quale hanno avuto la possibilità di conoscersi, vedendosi, odorandosi e man mano di accettarsi. Da pochi giorni condividono lo stesso grande recinto. Entrambi – conclude Coccìa – presentano profonde cicatrici sulle zampe e una zoppìa dovuta ai traumi riportati”.

Scialla si sta ambientando

 

Pasqualino

Fondazione Bioparco di Roma – Tel. 06.36082118 – 348.2465431 – fax: 06.3207389 – www.bioparco.it

(Credit foto: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco di Roma)