Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

“Forse, Cappuccetto Rosso non l’ha raccontata proprio giusta!” – sarà stato questo il primo pensiero dei quaranta bambini di Bari, che stamane si sono visti attraversare il sentiero da un branco di sei lupi!Il branco di lupi ha incontrato la scolaresca in visita alla Camosciara, lungo il percorso che porta alle cascate delle ninfe. I lupi incuranti della presenza del nutrito gruppo accompagnato dalle guide della cooperativa Ecotur, ha proseguito sulla pista in direzione Monte Amaro.Il timore dei bambini alla vista dei lupi a meno di venti metri di distanza, ha lasciato spazio allo stupore nel constatare che gli animali “cattivi” si sono rivelati docili e per nulla aggressivi; il capobranco, un animale di notevoli dimensioni, ha preceduto allo scoperto gli altri cinque che hanno lanciato uno sguardo frettoloso al gruppo e, “timorosi”, si sono dileguati nel bosco.

Il branco avvistato stamane in Camosciara – dichiara il Direttore del Parco Aldo Di Benedetto – potrebbe essere uno dei 7 branchi censiti dalla ricerca in atto. L’eclatante episodio testimonia l’eccezionale status della popolazione dei grandi carnivori nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, dove lupi ed orsi vivono e convivono in una complessa armonia ambientale, dove trovano le prede naturali per garantire la propria sopravvivenza, se pur a breve distanza dalla presenza umana. E’ un’apoteosi –continua il Direttore – della Natura viva che ha ripreso il sopravvento in perfetto equilibrio con un contesto antropizzato, ma dove le regole prevalenti sono quelle del rispetto, della tolleranza e della ammirazione.

Lupo di Marcus Parisini
Quadro di Marcus Parisini