babbo-natale-404

Rubicondo, simpatico, con una lunga barba bianca, vestito di rosso con pelliccia bianca ai bordi e stivaloni ai piedi: chi non si immagina così il buon vecchio Babbo Natale?

Secondo la tradizione, abita da sempre nel Polo Nord e la notte di Natale parte a gran velocità sulla sua slitta, trainata da renne, per raggiungere i bimbi di tutto il mondo e portare loro tanti doni, giocattoli, che lui costruisce insieme ai suoi amici elfi.

Ma dove e quando nasce Babbo Natale? La leggenda narra che tutto cominciò in America, nel 1600, ma in realtà il mito di Babbo Natale ha origini europee e si pensa che la sua identità coincida con quella di San Nicola.

Nicola nacque nella seconda metà del 200 d.C. in Turchia, a Patara, da una famiglia benestante ed in seguito divenne vescovo di Myra, in Lycia (costa meridionale dell’attuale Turchia).

 

30af9qg

Molto tempo dopo la sua morte, le sue spoglie vennero trafugate a Bari, città di cui divenne ed è tutt’oggi il Santo Patrono. Fu proprio in questa città pugliese che cominciò a farsi largo l’idea che San Nicola, oltre a salvare gli sfortunati marinai che si imbattevano in pericolose tempeste, portasse doni ai bimbi, soprattutto a quelli che se lo meritavano.

Una famosa leggenda che accompagna la vita del Santo racconta che egli aiutò un padre molto povero a maritare tre figlie che altrimenti, senza dote, non avrebbero mai potuto convolare a nozze.

Per dare una mano alla famiglia caduta in miseria, Nicola buttò infatti per due notti di fila un sacco pieno di monete d’oro dentro una finestra della loro casa, ma la terza sera, trovando la finestra stranamente chiusa, gettò il terzo sacco dal camino, proprio come nella tradizione Babbo Natale si cababbo_natale_22la dal camino per portare i suoi regali. Le tre sorelle poterono così sposarsi ed essere felici grazie alla bontà e generosità di Nicola.

Tante sono comunque le storie che accompagnano la magica figura di babbo Natale e le sue presunte origini ed è conosciuto in tutto il mondo, seppur con nomi diversi e anche qualche caratteristica fisica differente. Per esempio in Francia è magro, alto, indossa zoccoli di legno e viene chiamato Père Noël , in Inghilterra è Father Christmas ,Julenisse in Scandinavia, Sinter Klaas in Olanda, Santa Claus in America, rappresentato come il nostro Babbo Natale: robusto, barbuto e vestito di rosso, ed infine è Saint Nicolas in Svizzera dove porta ai più piccoli soprattutto dolci e mandarini.

 

CURIOSITA’

Come mai si fa l’albero di Natale?

Sembra che questa tradizione abbia un’antica origine religiosa, anche se non cristiana. Un tempo infatti veniva bruciato un pino, una volta l’anno, per ricordare l’apparizione sulla terra della Luce, probabilmente una festa pagana dedicata al sole. Anche i cristiani si “impossessarono” di questo rito per ricordare la nascita di Cristo, abbellendo e illuminando l’albero invece di bruciarlo.

timthumb.php

Chi inventò il presepe?dsc_0602

Pare che fu San Francesco, nel 1200, a pensare al primo presepe per ricordare la Santa Natività. In seguito le varie tradizioni e usanze popolari lo arricchirono di personaggi e di simbologie. Oggi esistono presepi di qualsiasi materiale: legno, cartapesta, gesso, plastica e ognuno può allestirne uno, costruendolo con la propria fantasia ed inventiva.

Come si chiamano le renne di babbo Natale?

Cometa, Ballerina, Fulmine, Donnola, Freccia, Saltarello, Donato e Cupido.

Cosa mangia Babbo Natale?weihnachtskarte

Quello che i bimbi gli lasciano nella notte di Natale per sfamarsi dopo il lungo viaggio: qualche biscotto, un bicchiere di latte o un pezzo di pane. Le case da visitare sono così tante che di certo non soffre la fame!