I benefici di un corso preparto di pilates

Come lo yoga o la meditazione, il pilates è una disciplina di origine orientale che richiede a chi la pratica un esercizio fisico efficace, ma non eccessivamente stancante, che coinvolge in particolare la muscolatura profonda e lo stretto legame mente-corpo. Per queste sue caratteristiche, si tratta di un’attività in grado di garantire benefici concreti per tutti, comprese le future mamme. Frequentando un corso preparto di pilates, le donne in dolce attesa possono imparare a mantenere il controllo della propria respirazione, ad assumere una postura corretta, che eviti loro il problema molto comune del mal di schiena, e ad allenare i muscoli del proprio corpo, con un allenamento “dolce” per il fisico e le articolazioni.

Il metodo pilates deve il suo nome a Joseph Pilates, che lo ha codificato nel secolo scorso, e ha l’obiettivo di allenare pressoché tutti i muscoli del corpo, concentrandosi in modo particolare su quelli del tronco e della zona dorsale. Lo stesso Pilates ha definito il suo metodo con il termine “Contrology”, che indica la volontà della disciplina di insegnare a chi la pratica il controllo sulla respirazione, sulla postura e sui muscoli del corpo. In un corso preparto di pilates dedicato alle donne incinte, si tende soprattutto a proporre esercizi che portino le donne a imparare la corretta postura. A causa del peso del pancione, infatti, le future mamme spesso tendono a sbilanciare il baricentro del proprio corpo, credendo in questo modo di semplificare i propri gesti quotidiani e renderli meno faticosi. In realtà, tale sbilanciamento provoca loro lombalgie e sciatalgie molto dolorose. Attraverso esercizi mirati, il pilates può invece contribuire, nell’immediato, a dare sollievo alla colonna vertebrale e ai muscoli del tronco, che risultano affaticati, e nel lungo periodo a mantenere una postura adeguata.

Durante il corso di pilates vengono proposti numerosi esercizi diversi: esercizi a corpo libero, da eseguire con l’aiuto di una fit ball (una palla gonfiabile, di solito in pvc, con un diametro compreso tra i 45 ei 75 centimetri) o di alcuni appositi macchinari. Tutti gli esercizi mirano però ai medesimi effetti: ci si concentra sul baricentro e sui muscoli addominali e dorsali (che secondo la teoria costituiscono il centro di controllo e di forza dell’organismo), sul controllo della respirazione (che sarà importantissimo al momento del parto e che aiuta le donne ad affrontare gli esercizi senza sentire eccessiva fatica) e su alcuni movimenti da eseguire con concentrazione (attivando la connessione mente-corpo, attraverso cui si riescono a controllare muscoli e postura). Gli esercizi proposti dal pilates non c’entrano con l’attività aerobica, dal momento che non sono movimenti rapidi e non si concentrano sull’allenamento delle fasce muscolari superficiali. Si tratta piuttosto di esercizi lenti, volti a rendere più toniche le fasce muscolari più profonde, in modo tale da favorire il controllo sul corpo e un migliore sostegno a esso.

Cerchi un corso preparto di pilates nella tua città? Visita il sito www.corso-preparto.it.
A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento