Gioca con noi!

Per farti video-giocare (mi raccomando… non troppo!) in un luogo sicuro e con giochi adatti alla tua età, abbiamo preparato la TUA SALA GIOCHI.

Buon divertimento! Ma ricorda le regole:

1) video-gioca per divertirti… non farlo diventare “l’impegno della giornata”;
2) se c’è un bel sole… fai una passeggiata o un bel giro in bici;
3) stai con i tuoi amici;
4) fai i compiti delle vacanze.

Bambini e animali: cresciamo insieme, anche nei nostri giochi!

Sempre più studi dimostrano che crescere un bimbo a contatto con animali e natura sin dalla più tenera età sviluppa l’emotività e il carattere rendendoci adulti più compassionevoli e dalla maggiore umanità.

Per chi non ha la fortuna di vivere in campagna, avere un animale in casa è comunque un passo realizzabile. Abituando il bambino a trattare con rispetto e dolcezza l’animale di casa, presentandoglielo come un vero e proprio membro della famiglia e non come un giocattolo, gli permetterà di diventare un adulto non solo più rispettoso verso gli animali ma anche verso la diversità.

Insieme, potrà vivere l’esperienza della responsabilità, dandogli da mangiare, condividendo con lui l’affetto e le cure, portandolo dal veterinario.. Tutti aspetti che rifletterà nel rapporto con gli altri, nelle relazioni interpersonali.

Un aspetto importante da sottolineare, soprattutto per le mamme, è che c’è sempre la paura che gli animali possano trasmettere malattie o infezioni ai piccoli. In realtà se l’animale è correttamente curato e vaccinato, con controlli regolari dal veterinario, com’è buona pratica etica fare, il bambino non incorrerà in nessun rischio. Anzi, i bambini che vivono a stretto contatto con animali e natura sviluppano prima le difese contro allergie e una migliorano le difesa immunitarie, crescendo più forti e protetti.

Abituiamo i nostri bimbi ad amare la natura portandoli spesso fuori e a giocare interagendo con alberi e foglie, creando lavoretti creativi e insegnando il rispetto anche per le più piccole forme di vita come gli insetti. Insegniamo loro che ogni piccola forma di vita ha una sua funzione nell’equilibrio terrestre e che pertanto va rispettata.

Leggiamo loro storie con protagonista la natura e gli animali, permettiamo loro di identificarsi con personaggi nobili come quelli incarnati spesso dai cartoni della Disney. Personaggi dai caratteri ben definiti in cui i nostri piccoli possono facilmente identificarsi grazie alle storie coinvolgenti.

Ad esempio Il Libro della Giungla propone modelli molto simili alla famiglia. Il giovane Mowgli viene cresciuto dagli animali che gli fanno da genitori, insegnando valori e accompagnandolo in mille avventure, belle e brutte, simulando la crescita e le prove della vita.

Un altro esempio lo ritroviamo nel film Alla Ricerca di Nemo, in cui la famiglia è ancora protagonista, questa volta in una spasmodica ricerca fra padre e figlio per ricongiungere tutti i membri. Una storia divertente ma anche molto forte in cui il messaggio di unità e valori morali è estremamente marcato.

Personaggi divertenti ma anche coraggiosi, con cui potremo far interagire i più piccoli anche in un secondo tempo grazie a libri e giochi online per bambini. Questi ultimi possono essere un veicolo molto utile per tenere vivo il loro interesse facendoli divertire, e attraverso il divertimento comunicargli insegnamenti preziosi. Un modo facile può essere collegarsi a una piattaforma di giochi online e selezionare i giochi del Libro della Giungla. Noi abbiamo trovata una categoria dedicata sul sito Poki.it, con una scelta molto ampia che spazia da giochi didattici a missioni più avventurose e divertenti.

Allo stesso modo possiamo dedicarci ai giochi legati al mondo sottomarino di Nemo con i giochi di Dory dove magari provare a sviluppare la memoria o le abilità creative. Li potete provare tutti qui e far divertire i vostri bambini con la pesciolina smemorata.

Le possibilità per introdurre il mondo degli animali e della natura ai nostri figli sono innumerevoli, non sprechiamo questa preziosa occasione e regaleremo loro una personalità più sfaccettata e amorevole.

Tv e videogiochi: istruzioni per l’uso

Tv e videogiochi: istruzioni per l’uso

Gli adolescenti che abusano di monitor e joystick, con il passare del tempo corrono dei rischi sia a livello fisico che psicologico. E’ quindi necessario conoscere i pericoli di tali consuetudini ed educarli a fare buon uso di certi passatempi.

Ore ed ore passate davanti alla televisione a guardare cartoni animati e telefilm. Per non parlare, poi, dell’utilizzo smodato dei videogiochi. Insomma, la maggior parte dei nostri ragazzi passa il suo tempo in un modo decisamente poco istruttivo. Ma c’e’ di piu’. Queste pessime abitudini possono addirittura rappresentare un pericolo per la salute. Il primo, anche se non molto diffuso, e’ rappresentato dagli attacchi epilettici, dovuti soprattutto alle stimolazioni luminose. Tale fenomeno non deve pero’ creare angosce perche’ interessa, per fortuna, solo i soggetti definiti fotosensibili, che dovrebbero evitare sia i videogiochi, che la permanenza prolungata davanti allo schermo della televisione. Il fatto che un ragazzo non sia a rischio di crisi epilettiche non lo mette, pero’, al riparo dalle insidie di play station e simili, che spesso si manifestano solo dopo molto tempo. Infatti, i bambini che passano ore davanti al televisore o al monitor di un videogioco possono accusare problemi alla schiena e alle scapole (irrigidimenti e dislocazioni) provocati dalla postura scorretta. Spesso, poi, le loro occhiaie sono livide e soffrono di disturbi del sonno, con stati di irrequietezza e irritabilita’. Possono manifestarsi, inoltre, problemi di concentrazione, e tendenza al sovrappeso per mancanza di attivita’ fisica. E, se da un lato, i giochi elettronici aumentano la velocita’ dei loro riflessi e certe storie che seguono in tv possono stimolare la loro fantasia, e’altrettanto vero che la maggior parte dei bambini viene negativamente influenzata dalle vicende proposte, non sempre ”pacifiste”. Essi finiscono, cosi’, col vivere in un mondo irreale, nel quale i messaggi violenti sono la norma, dove i piu’ forti vincono sempre, e senza troppa fatica, e il mancato rispetto delle regole corrisponde alla normalita’. E’ bene quindi tenere d’occhio i comportamenti e le reazioni soprattutto dei piu’ piccini, che hanno scarsa capacita’ critica, e ricordare che un monitor non e’ mai una buona balia: puo’ al massimo essere un diversivo, una pausa, uno dei tanti modi per svagarsi ma, quel che conta, e’ che non sia l’unico.

A TUTTO C’E’ UN LIMITE

E’ determinante porre un limite all’utilizzo della televisione e dei videogiochi da parte dei bambini: due ore al giorno sono gia’ più che sufficienti! Cercate anche di indirizzarli verso attivita’ che possano coinvolgerli: avvicinarli a uno sport, a un hobby, offrirsi di accompagnarli da un amichetto o a fare una passeggiata e’ la miglior medicina per vincere la pigrizia (anche quella dei genitori) e farli uscire dalla loro camera. Socializzare, muoversi e stare all’aria aperta o in luoghi di aggregazione e’ uno stimolo importante ad una crescita equilibrata e serena.

I piccoli tele e video-dipendenti hanno molto spesso problemi di socializzazione.